Categorie
Autori News Rassegna stampa

Rassegna “Poesia sul traghetto”

Categorie
Autori News

Incontri e letture per spalancare la poesia

Categorie
Autori News Premi e riconoscimenti

ninnananna talamimamma selezionato tra le opere edite del Premio Nazionale Elio Pagliarani

Categorie
Autori News

“Cuore matto”, il progetto che ha conquistato i bambini dell’Elementare

Categorie
Autori News Rassegna stampa

Incontro al BISS di Secondigliano

Incontro coinvolgente e partecipato al BISS di Secondigliano con Anna Maria Farabbi, bambine, bambine e insegnati della scuola primaria.

Con ninnanananna talamimamma si è conclusa l’ultima giornata di questo festival che ha piantato semi di cultura, resilienza, legalità in uno dei luoghi che è stato per anni una roccaforte della malavita.

 

Categorie
Autori News Rassegna stampa

Presentazione di Cuore matto alla Biblioteca di Refrancore

Categorie
Autori News Rassegna stampa

Su Il mattino il festival per ragazzi e ragazze a Secondigliano

Ancora pochi giorni e Secondigliano avrà il suo festival di narrativa per ragazzi. Il 31 gennaio inizierà infatti B.I.S.S. – Book Into Street Secondigliano, la prima iniziativa del genere nel quartiere. La manifestazione, proposta dagli editori Marotta&Cafiero, si terrà fino al 2 febbraio negli spazi della biblioteca municipale Guido Dorso, in piazza Zanardelli…

… L’ultima giornata, il 2 febbraio, aprirà alle ore 9 con la presentazione del “Mostro Zuccone”, opera di Edouard Manceau. Alle ore 10:30 verrà illustrato “Ninnananna talamimamma” di Anna Maria Farabbi. L’ultima presentazione della manifestazione sarà alle ore 11. A chiudere, “’O cunto d’ ‘è gavina e d’ ‘o gatto ca ‘a mparaie a vvulà”, traduzione napoletana della celebre opera di Luis Sepúlveda “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”.

 

Link all’aricolo completo

https://www.ilmattino.it/AMP/napolismart/b_s_s_secondigliano_arriva_primo_festival_libro_ragazzi-7898357.html

 

 

Categorie
Autori News Rassegna stampa

ninnananna talamimamma sulla rivista I Martedì

 

Categorie
Autori Rassegna stampa

La voce della poesia è il vento

Creiamo qui un coro di voci per comporre insieme un vento umano che ci congiunga in bellezza e in pensiero. Grandi e piccini, nella stessa colta intenzione e tensione, cantando.
Progetto a cura di Anna Maria Farabbi

Piccolini, piccoline, ragazzi, ragazze, bambine, bambini… mettete per un attimo la conchiglia all’orecchio: sentite il respiro grande del mare? Laggiù un filo d’erba che il vento non riesce a strappare… sentite come suona il suo corpo? E’ qui, ora, vicino a me, il fuoco del camino che orchestra le sue lingue accese. Lo udite da lì? Avete mai ascoltato la luce della neve mentre scende? E qual è, ditemi, qual è il canto dell’uccellino che vi piace di più? Sapete distinguerli? Se mettete la mano sopra il vostro cuore lo percepite dentro il petto il suo ritmo a tamburino? Non ci crederete: con la poesia è lo stesso. Canta anche se scritta su un foglio o sul video di un pc, ma portarla alla voce è come portarla alla luce.
Ecco, amici, qui dentro c’è il gioco della meraviglia, la festa sonora che si chiama poesia e che vi chiama ciascuno per nome.

Poesie

 

Categorie
Autori in evidenza News

ninnananna talamimamma: le cantilene poetiche di Anna Maria Farabbi su Libri e parole

Ninnananna talamimamma: le cantilene poetiche di Anna Maria Farabbi

 

Il titolo, appena schioccato sulle labbra, evoca prontamente la lunga tradizione della “cantilena”, della rima baciata, della filastrocca chiamata a snodarsi in continui rimbalzi sonori, quasi fosse un ruscello nato solo per saltare sopra i sassi, canticchiare tra i ciottoli o mormorare beatamente in mezzo ai giunchi. Tuttavia Anna Maria Farabbi, autrice di Ninnananna talamimamma (Kaba in coedizione con Pièdimosca), confonde rapidamente le carte, muta le regole del gioco e come un abile funambolo o un destro giocoliere – a cui le sfere non sfuggono mai di mano, mai cadono rovinosamente a terra – apre per gli ascoltatori e le ascoltatrici nuovi panorami. Offre a chi legge altre inesplorate rotte.

Ninnananna talamimamma
Così ecco che proprio sotto i nostri occhi la lunga tradizione della cara, longeva filastrocca lascia cadere quel suo vecchio abito (adorabilmente polveroso) per abbracciare una piccola, grande metamorfosi ovvero una multimedialità che consenta l’uso di ogni forma d’arte, di ogni slancio creativo, di ogni moto propulsivo che vada incontro al mondo, alla vita, alla realtà nella sua intransigente e drammatica realtà.

Lo sguardo di Farabbi non indietreggia. Non distoglie mai la propria attenzione, ma scruta puntualmente e a fondo, desiderosa ogni volta di raccontare l’esistenza attraverso il canto fluido e assoluto della poesia.

Istruzioni per l’uso di Ninnananna talamimamma
Il libro, scritto per grandi e piccini (e che può essere ora ascoltato anche in QR code) trova nel saggio di Milena Nicolini Istruzioni per l’uso di Ninnananna talamimamma (Al3vie, marchio Kaba edizioni, sempre in coedizione con Pièdimosca) un impagabile compagno di viaggio. Un commentario largo e meticoloso. Una guida briosa e attenta tra le tante figure retoriche che arricchiscono, senza mai appesantirli, la voce e il racconto di Anna Maria Farabbi.

Una poesia di Anna Maria Farabbi
Per stuzzicare a questo punto il vostro appetito che ci auguriamo sia nel frattempo cresciuto a dismisura, vi lasciamo con alcuni versi presi (e come poteva essere diversamente?) da Ninnananna talamimamma.

Ore due

nella notte ninne nanne nascono da un giardino di pietre sonore
suonate dal vento san sperate dorme
io no il mare no
l’aria no maria lai no
il nastro che unisce le montagne per testimoniarle alla pace no
il filo che rammenda che cuce che ammaglia che scrive
sulla tela sul pc sulla lana sulle carte no

sciola che ha scolpito questa orchestra minerale
porta nel vento il suo giardino che va dove vuole e ride
ride mentre tu credi che ciò che non si vede non esiste
e che ogni creatura immobile sia silenzio e morte

I libri
Anna Maria Farabbi
Ninnananna talamimamma
Kaba / Pièdimosca, 2023

Milena Nicolini
Istruzioni per l’uso di Ninnananna Talamimamma
Alt3viE / Pièdimosca, 2023

Categorie
Autori Libro del mese News

Esce per la Collana Gocce, diretta da Anna Maria Farabbi, Cuore matto di Sebastiano Aglieco.

Esce per la Collana Gocce, diretta da Anna Maria Farabbi, Cuore matto di Sebastiano Aglieco.
Cuore matto è un progetto poetico concepito e creato da Sebastiano Aglieco, poeta e insegnante, con il coinvolgimento della sua classe elementare.
Le poesie delle bambine e dei bambini sono come una infiorescenza dal quotidiano lavoro didattico.
Oltre la bellezza epifanica del canto corale, si aggiungono: il contributo musicale di Alberto Napolitano, Leonardo Sbaffi e Cristina Campi, ispirato originalmente all’opera, il video creato dallo stesso Aglieco che ci offre una prospettiva della sua poiesis dentro l’infanzia e le parole che tracciano il suo autoritratto.
Insegnare la poesia significa viverla, cantandola.
Categorie
Autori

ninnananna talamimamma al BISS di Secondigliano

Dal 31 gennaio al 2 febbraio si svolgerà a Secondigliano la prima edizione di BISS, festival di letteratura per bambini, bambine, ragazzi e ragazze.
Kaba edizioni parteciperà insieme ad Anna Maria Farabbi con l’opera in poesia ninnananna talamimamma, pubblicata in coedizione con pièdimosca edizioni.
Categorie
Autori in evidenza News

Su Incroci on line ninnananna talamimamma

Anna Maria Farabbi, “Ninnananna talamimamma”

 

Categorie
Autori News

ninnananna talamimamma su I libri del villaggio

 

Categorie
Autori in evidenza News

ninnananna talamimmma e Istruzioni per l’uso di ninnanannna talamimamma a La Nuova Riviera con Giovanna Frastalli

Nonostante il tempo minaccioso, abbiamo scelto Santa Maria della Rocca ad Offida, per accogliere “Ninnananna Talamimamma” di Anna Maria Farabbi e “Istruzioni per l’uso di ninnananna talamimamma” di Milena Nicolini, Kaba edizioni & pièdimosca edizioni
“Questa opera intera è dedicata alla Befana, che considero la grande mamma, la mamma delle mamme: la mia maestra.
Questo è uno dei suoi insegnamenti:
se ti senti separata. sei sola
e tristemente singolare
ma se ti senti insieme alle altre creature del creato
diventi gioiosamente plurale”
Anna Maria Farabbi è poeta, narratrice, saggista, traduttrice.
Tra le sue ultime opere La via del poco e Il canto dell’altalena, due coedizioni Al3vie – piedimosca.
Tra la narrativa per ragazzi ricordiamo Caro diario azzurro e La notte fosforescente, Kaba edizioni.
Progetto a cura de La Nuova Riviera
Link per visualizzare il video
Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

Da ninnananna talamimamma di Anna Maria Farabbi

Da ninnanna talamimamma di Anna Maria Farabbi
Dedico questo libro alla befana
perché è una femmina che offre la sua età, senza nasconderla, single, femminista, libera, nomade, attraversa i confini e i pregiudizi, non si fa condizionare dalle mode. Cavalca volando una scopa e la rivoluziona, cioè si serve di uno strumento domestico, prevalentemente usato dalle donne in casa, e lo fa diventare un mezzo volante. Non più chiusa tra quattro pareti a spazzare, la befana vola tra cieli, mari e terre, senza ubbidire a chi la vorrebbe casalinga, sedentaria, ubbidiente, domestica e servile…
Questo è uno dei suoi insegnamenti:

se ti senti separata     sei sola
e tristemente singolare
ma se ti senti insieme alle altre creature del creato
diventi gioiosamente plurale

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

Un fantasma a merenda di Livy Former

Un fantasma a merenda di Livy Former sarà presente alla Mostra del Libro in Sardegna che si svolgerà dal 23 al 26 novembre a Macomer.

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

Esce per il marchio Al3vie in tessitura con la Collana Cometa, il libro di Milena Nicolini Istruzioni per l’uso di ninnananna talamimamma

UN’OPERA CHE ACCOMPAGNA IL BELLISSIMO LAVORO IN POESIA DI ANNA MARIA FARABBI ninnananna talamimamma

Le bambine e i bambini, i ragazzi e le ragazze hanno verso il mondo e la vita una curiosità che si modella sull’incantesimo della prima volta, del primo sguardo, del primo nome. Un’originalità che si accompagna alla “maraviglia”, quella che grandi poeti conoscono nel sentire dell’infanzia e della poesia. Poi gli stereotipi del comune vedere capire giudicare incasellano gli stupori in forme dai margini precisi che servono per vivere con gli altri, condividere progetti e relazioni. Il mondo dei grandi.  Ma ogni tanto, nella storia, gli schemi vengono rotti e nuove visioni del mondo cambiano gli occhiali e le cose. La poesia lo fa sempre. Ecco perché è importante porgere alle ragazze e ai ragazzi la poesia nella sua forma più ricca e complessa. Per mettersi, quindi, nella taglia adatta a bambini e bambine, a ragazzi e ragazze, non si deve proporre poesia minore, forme di lallazione in versi, abbassate cioè a maniere scadenti, retoriche, banali con intenti di falsa facilità. Così Anna Maria Farabbi ha pensato la poesia di ninnananna talamimamma: la postura più ‘bassa’ è solo per sentire “i fili dell’erba cantare”. Non si vuole, peraltro, sminuire il valore delle narrazioni in versi, delle filastrocche e opere simili, che raggiungono anche livelli letterari altissimi: per tutti, si pensi ai vertici di Gianni Rodari. È un genere diverso dalla poesia, adiacente, ma diverso. Più immediato forse, con propri specifici obiettivi pedagogici e conoscitivi. Dire che la poesia è altra cosa, non significa fare gradazioni di valore. Né separare in comparti stagnanti. La poesia ha bisogno di essere usata con le sue maniere, i suoi strumenti.  Le bambine e i bambini, i ragazzi e le ragazze sono spontaneamente svelti a praticarne l’uso, diventano incredibilmente agili a muoversi nella naturale complessità della poesia. Hanno solo bisogno di cominciare col far di conto, come è stato per arrivare a risolvere i problemi e le equazioni. Con la poesia impareranno ad entrare nel miracolo della parola, che tocca le cose senza toccarle, che mette in relazione l’emozione e il pensiero interiori col mondo che sta fuori, che fa esistere qui, presente, ciò che è assente, da un’altra parte, o che non c’è affatto. Una parola sempre nuova.

Categorie
Autori in evidenza Libro del mese Rassegna stampa

Nuova uscita nella Collana Romanzi

Un importante ritorno nella nostra Collana Romanzi, quello dell’autrice Gabriella Bordoli che ha pubblicato con noi delle bellissime storie come Stelle e fari nella notte, Taci e la tutor, Poke storie qui si tratta di ragazzi veri.

Spesso i libri vogliono insegnare qualcosa: questo no.
Spesso un libro vuol spiegare qualcosa secondo un certo punto di vista: questo no.
Spesso i libri parlano di un passato lontano, molto lontano, o di oggi: questo no.
Spesso i libri rincorrono temi “caldi” propri del periodo in cui son scritti: questo no.
Quando è nato questo libro non c’erano gli smartphone, non c’era Instagram, i Tag.  Ecco, se ci fossero stati i tag, questo racconto sarebbe andato sotto “formazione, adolescenza, crescita, emarginazione,” Ma i Tag non c’erano. Io dico solo che è una storia pericolosa, da leggere, da assaporare come una fiaba; come Cappuccetto Rosso, come Pinocchio… Ma mi sto allargando troppo!
In fondo questo libro vuole soltanto raccontare una storia, accaduta forse alcuni anni fa: in un anno, che non aveva niente di speciale, se non che giù, nella Piana, nevicava ancora in inverno e in autunno pioveva tanto. Non sono passati tantissimi anni da allora: io già c’ero.

 

Categorie
News

Laboratorio sulla carta a La civetta azzurra

giovedì 16 novembre, ore 17
giovedì 23 novembre, ore 17
libreria La Civetta azzurra
via Po 2 – San Martino Siccomario
(incrocio semaforo per la Rotta)
FACCIAMO LA CARTA
laboratorio di creazione di segnalibri in carta riciclata
A cura di Kaba edizioni*
Dopo un breve cenno storico sulla carta, utilizzando fogli riciclati, setacci e cornici, i partecipanti realizzeranno dei bellissimi segnalibri.
Per bambini da 6 a 10 anni
Costo: 20€ per i 2 incontri
Iscrizioni (entro il 10 novembre): 0382.498267 – 349.3516553
* Kaba edizioni è una casa editrice specializzata in libri per bambini, bambine, ragazzi e ragazze, non dimenticando i più piccoli e piccole con i suoi albi illustrati. Organizza incontri e corsi per le scuole di ogni ordine e grado.

La civetta azzurra – libreria per bambini
via Po 2, San Martino Siccomario

https://www.facebook.com/share/9EGeieUaQJb7zob2/?mibextid=9l3rBW

 

Categorie
Autori in evidenza News

Caro diario azzurro di Anna Maria Farabbi

Anna Maria Farabbi, CARO DIARIO AZZURRO

 

Categorie
Autori in evidenza News

Un’antologia internazionale

Una magica collezione di storie con fate e incantesimi ✨ di autrici e autori da 7 paesi diversi 🌍 raccolte da Ünver Alibey, con le bellissime illustrazioni di Valentina Bardazzi.
Nel 2024 in Italia grazie a Kaba edizioni.
Traduzione di Chiara De Giorgi.
Categorie
Autori in evidenza Libro del mese News

ninnananna talamimamma di Anna Maria Farabbi su CartaVetro

NINNANANNA TALAMIMAMMA

 

Categorie
Autori News Rassegna stampa

“Ninnananna Talamimamma”, le poesie per bambini (ma non solo) di Anna Maria Farabbi

“Ninnananna Talamimamma”, le poesie per bambini (ma non solo) di Anna Maria Farabbi

Per la riedizione di talamimamma, Anna Maria Farabbi ha concepito un’opera nuova che riparte dalle origini orali del canto, fondate nella ninannananna, per affacciarsi non solo a bambini, bambine ma anche a ragazzi, ragazze e insegnanti. La poesia si propone in una liricità che a tratti lambisce il respiro narrativo e, tematicamente, tocca le corde dell’attualità, dei valori della nonviolenza, nominando imprescindibili maestri e maestri di riferimento. Oltre la poesia, l’opera, spinge una didattica di ricerca che utilizza attivamente la rete, in una vera e propria caccia al tesoro, inoltre si compone di un abbecedario. Ninnananna talamimamma è disponibile interamente per essere ascoltata in QR code, proprio per significare ai giovani lettori il lavoro nel ritmo e nel colore della voce. La poeta apre la sua poetica artistica e culturale con una intensa lettera finale. Il volto della copertina, scelto non casualmente da Farabbi, è stato creato da una bambina del campo di concentramento di Terezin.

La poesia è povera e ha la potenza dei poveri

quando cantano

non si crede abbastanza alla potenza della poesia.  Solo pochi poeti e poete lavorano interiormente in una poiesis disposta alla nuovissima generazione. Ci sono autori e autrici che, con la loro lirica, si affiancano mirabilmente agli artisti dell’illustrazione: creano opere magnifiche, abbaglianti, magnetiche. La lavorazione editoriale del libro, poi, permette, di catturare l’attenzione dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il mio pensiero mi detta un’altra direzione: recuperare l’oralità del canto, spogliarlo dall’immagine seduttiva, crederlo al punto da portarlo in raggi tematici di attualità, di confronto, di riflessione, suscitando ricerche di approfondimento, esperienze di studio interdisciplinare e di condivisione. Crederlo da indurre la concentrazione nel ritmo, nei significati rovesciati della visione del mondo attraverso la sola tessitura della parola, proposta nell’alternanza tra musicalità armonica lirica e rottura di una prevedibilità versificatoria. Propongo un’energia poetica suggestiva che movimenti il pensiero, rovesciando tradizionali forme e significati consueti e quietanti. Lavoro la connessione tra la brevità essenziale, fulminante, del verso con un respiro lirico che lambisce la dimensione narrativa.

La citazione dei nomi e cognomi è una prassi esistenziale, sociale, culturale, spirituale, politica, artistica, di riconoscimento e ringraziamento a maestre e maestri orientanti. Costituisce quella formazione permanente per ciascuno di noi, utile, fondamentale, per acquisire bussola, mappa, lanterna, memoria.

La lettera finale che propongo, a me indirizzata, è un ponte capitiniano. Chi legge può accendere un colloquio. Un colloquio corale, come direbbe Aldo Capitini.   Il mio invito è rivolto alle bambine, ai bambini, ai ragazzi, alle ragazze, a ogni adulto che incontro attraverso questa opera. In ogni dialogo nascono crescite reciproche.

Stiamo vivendo una globale desertificazione. Piantiamo poesia così come piantiamo alberi. Hanno entrambi radici e chioma, ossigenano la nostra interiorità e il nostro pensando. Il canto è un’esperienza formativa, cognitiva, sentimentale (educa il sentimento, il sentire nella relazione, nella connessione, decentra il proprio io autonarrante e lo concentra nel ritmo della pluralità).

L’infanzia e l’adolescenza sono più vicine alle nostre origini. E l’origine è il canto.

Anna Maria Farabbi

Dedico questo libro alla befana

perché è una femmina che offre la sua età, senza nasconderla, single, femminista, libera, nomade, attraversa i confini e i pregiudizi, non si fa condizionare dalle mode. Cavalca volando una scopa e la rivoluziona, cioè si serve di uno strumento domestico, prevalentemente usato dalle donne in casa, e lo fa diventare un mezzo volante. Non più chiusa tra quattro pareti a spazzare, la befana vola tra cieli, mari e terre, senza ubbidire a chi la vorrebbe casalinga, sedentaria, ubbidiente, domestica e servile.

Ce la raccontano come una vecchia orrenda. Dal volto violentemente repellente: bocca sottile, naso lungo e aquilino, pelle avvizzita solcata da rughe. La sua figura emana mistero. Per certi aspetti, è inquietante. Tanto che non la si vorrebbe incontrare di persona. Inversamente da babbo natale, sorridente, rotondetto, con un vestito rosso a festa, la befana è il suo contrario e, tra l’altro, non toglie mai il grembiule da lavoro. Siamo di fronte a una differenza di genere.

Lei entra di notte dal camino (che è la via verticale, l’asse cosmico, che mette in coniugazione la casa con il cielo), non dalla porta principale come babbo natale. Nelle case di montagna o di campagna, uccelli e altri insetti si infilano da lì, da dove esce il fumo degli alberi bruciati. La befana come loro è selvatica e, per questo, fa un po’ paura anche agli adulti. A lei viene lasciata una cenetta frugale per il passaggio, come una riconoscenza o un abbonimento, come se si volesse evitare l’incontro diretto.

Invece, avviciniamola. Mai ripetere ciecamente il comportamento degli altri.

Il suo volto con il naso lungo, arcuato, affilato, assomiglia a quello di un’uccella, precisa, solitaria, invisibile per la sua velocità inafferrabile. Come tutti i volatili, il suo volo ha una destinazione mirata e un’origine nascosta. Un nido segreto. La befana non fugge, non scappa dagli esseri umani. Non ozia nello spazio. Progetta le sue destinazioni e atterra secondo il suo piano. Non ha tempo per avere casa propria e star dietro alle solite faccende domestiche. Sosta e si riposa nelle abitazioni delle sue amiche più care. Atterra di notte mentre la gente dorme, portando alle bambine e ai bambini, ricchi o benestanti soprattutto, dei dolcetti dal colore e dalla forma di carbone, per ricordare loro che nel mondo, in luoghi poverissimi, ci sono piccoli della loro età che lavorano nelle miniere. Anche di notte. Senza giocattoli, senza cibo, senza sonno, senza sogni, senza allegria, spesso orfani. Non è vero che la befana giudica e separa i buoni dai cattivi. Le sta a cuore ricordare ai più fortunati che esiste la povertà. E lo fa dolcemente, appunto con dolcetti messi dentro una calza. Perché la calza significa: «Mangia piccolo, quando sarai grande va’, cammina per il mondo, metti i tuoi piedi nel futuro e sii generoso con chi incontri». Alle bambine e ai bambini poveri porta doni di gioia: oltre il cibo, l’abbraccio, il sorriso, l’energia, la fiducia nel cuore. A turno, li fa salire sulla scopa per fare il giro del mondo. Solo da loro si fa vedere e per loro la befana è bellissima.

La befana in volo, con la scopa, pulisce l’aria dall’inquinamento. Gioca con gli uccelli, sorpassa gli aerei, mettendo in crisi i piloti che non la riescono a captare nel radar.

Sa volare, senza bagnarsi, tra le gocce della pioggia, tra la danza lieve delle nevi. Governa la scopa tra le correnti dei venti, scostandosi da meteore e comete, dalle stelle cadenti.

Quasi nessuno l’ha sentita parlare, tanto meno cantare. Io sì. Non solo. Io vedo il suo volto, il suo volo e il suo canto a occhi chiusi.

È lei che nella preistoria ha creato le ninnananne insegnandole alle madri mentre raccoglievano semi, frutta, radici e tuberi, intanto che i maschi della tribù andavano a caccia.

È lei che per prima gliele ha cantate, spiegando loro come usare la voce, la posizione del volto, le braccia per cullare e calmare il pianto dei piccoli.

In ogni secolo ne crea nuove, più adatte. Io le ho ascoltate.

Ne ho trascritte in questo libro appena ventiquattro, dedicate una a ogni ora del giorno. Le ho raccolte sotto il titolo ninnananna.

In coda al suo canto, ho messo il mio: un tappeto scritto e sonoro in cui esistono, come una collana, tre poesie per ogni mese.

I mesi, come sai, sono dodici. Le mie poesie sono rivolte talamimamma, che è una parola dialettale, e vuol dire alla mia mamma in dialetto perugino. Come si dice nel tuo?

Questa opera intera è dedicata alla befana, che considero la grande mamma, la mamma delle mamme: la mia maestra.

Questo è uno dei suoi insegnamenti:

 

se ti senti separata    sei sola
e tristemente singolare
ma se ti senti insieme alle altre creature del creato
diventi gioiosamente plurale

Categorie
Uncategorized

Poesia per tutti e tutte

NINNANANNA TALAMIMAMMAdi Anna Maria FarabbiKaba edizioni in coedizione con Pièdimosca edizioni 

 

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

ninnananna talamimamma

NINNANANNA TALAMIMAMMAdi Anna Maria FarabbiKaba edizioni in coedizione con Pièdimosca edizioni 

 

Categorie
Autori in evidenza News

ninnananna talamimamma di Anna Maria Farabbi

ninnananna talamimamma di Anna Maria Farabbi

 

L’autrice e poeta Anna Maria Farabbi ha concepito il libro in ogni suo dettaglio continuando, a trama fitta, ciò che aveva iniziato con la poesia per bambini di Talamimamma pubblicata nel 2014 e rieditata in questa opera insieme a un nuovo lavoro per i più grandi, elaborando un progetto più ampio con un forte taglio femminista, sociale e politico.  L’opera si apre con una dedica alla befana. In questo testo emerge chiaramente la postura e la poetica dei Farabbi, trasversale e aperta alla lettura di tutti e tutte, con particolare attenzione ai giovani, alla scuola e agli e alle insegnati.

Poesia come veicolo formativo. Utilizzando la parola poetica si affrontano tematiche forti come quella sui migranti, mettendo a confronto la vita dei più piccoli in diverse situazioni sociali ed economiche. Si parla di non violenza, compresa quella contro gli animali nella pratica della caccia e di dinamiche ancora oggi da rivedere e sulle quali riflettere nei rapporti fra il maschile e il femminile. Particolare attenzione viene data anche ai nomi, quelli di maestri e maestre fondativi di una certa etica e visione del mondo. Dei veri e propri fari, troppo spesso poco conosciuti da molti e soprattutto dai più giovani, come Etty Hillesum, Martin Luther King, Maria Lai e Aldo Capitini. Nel testo non ci sono illustrazioni. L’immagine della copertina, che avvolge l’opera con l’intensità dei suoi colori, segnata da pochissime parole nell’essenzialità del titolo, del nome e dei loghi, è ricca di significati: è il disegno di una bambina del campo di concentramento di Terezin.
www.kabaedizioni.com
www.al3vie.com
www.leggimileggi.com
www.cartavetro.com

http://www.lostrillo.it/showDocuments.php?pgCode=G20I198R44600&id_tema=10

 

Categorie
Autori News Rassegna stampa

Manteia a La luna nel Pozzo

Ieri sera, nella calda e accogliente atmosfera del Teatro La Luna nel Pozzo ad Ostuni, hanno preso vita le antiche fiabe africane raccontate in Manteia.
Con Eric Lazare Acakpo, Francesca Pedulla, Nuvola Vandini, Alessandro Lucci.
Il Progetto Editoriale
Manteia è un prontuario illustrato che raccoglie storie, proverbi e canti di antica tradizione orale utilizzate nelle culture FON e YORUBA (Africa Occidentale) per aprire un campo di indagine su se stessi e sulle relazioni sociali in contesti di sedute terapeutiche-divinatorie. Cucite in forme diverse, le parole e le immagini di MANTEIA si offrono al lettore come strumenti d’incontro creativo e giocoso, che, affrancando barriere di età, cultura ed esperienza, possono farci riflettere su “Come possiamo vivere insieme?”
Curatela:
Eric Acakpo, Francesca Pedullà, Nuvola Vandini
Illustrazioni:
Adriana Bellucci, Sara Bernardi, Francesco Fungo Borghi, Alessandra Comparetto, Lisa Gelli, Ilaria Guarducci, Marta Viviani.
Progetto Grafico:
Benedetta Stefani
Editing Testi:
Paola Mordiglia
Traduzione Francese:
Natasha Noack
Canti:
Eric Acakpo / Les Tambours du Benin
KABA EDIZIONI
Categorie
Autori Rassegna stampa

Legami d’acqua di Sara Brugo

LEGAMI D’ACQUA di Sara Brugo

 

Categorie
Rassegna stampa

Manteia

MANTEIA, LINGUAGGIO DA UN MONDO ASTRATTO E CANTI DEL PRE-ANTROPOCENE

 

Categorie
Autori in evidenza News

POESIA IN CONCERTO

Anna Maria Farabbi ha portato la poesia di ninnannanna talamimamma alla Scuola Primaria Dante Alighieri di Milano davanti ad un pubblico di più di 300 bambini, che durante tutto il pomeriggio, fino al suono della campanella, si sono alternati per ascoltare e partecipare in prima persona a questa esperienza unica e speciale.

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

MUSICA E POESIA A SCUOLA

La poesia in concerto di Anna Maria Farabbi ha coinvolto ed emozionati bambini, bambini e insegnanti della scuola Bottini di Piglio. Bellissima l’accoglienza di alcune bambine che hanno recitato una poesia della poeta, qui da ascoltare e speciale il gesto della scuola che ha voluto inserire sulla scalinata, dedicata ai libri, anche Talamimamma, testo di poesie per l’infanzia dell’autrice rieditato a maggio 2023 in una nuova opera dal titolo ninnananna talamimamma.

 

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

I LUOGHI DELLA POESIA

Categorie
Autori in evidenza Libro del mese News

ninnananna talamimamma di Anna Maria Farabbi è la prima opera della Collana Cometa

Per la riedizione di talamimamma, dedicata all’infanzia, anna maria farabbi ha concepito un’opera nuova che riparte dalle origini orali del canto, fondate nella ninannananna, per affacciarsi non solo a bambini ma anche a ragazzi e insegnanti. La poesia si propone in una liricità che a tratti lambisce il respiro narrativo e, tematicamente, tocca le corde dell’attualità, dei valori della nonviolenza, nominando imprescindibili maestri e maestri di riferimento. Oltre la poesia, l’opera, spinge una didattica di ricerca che utilizza attivamente la rete, in una vera e propria caccia al tesoro, inoltre si compone di un abbecedario. Ninnananna talamimamma è disponibile interamente per essere ascoltata in qr code, proprio per significare ai giovani lettori il lavoro nel ritmo e nel colore della voce. La poeta apre la sua poetica artistica e culturale con una intensa lettera finale. Il volto della copertina, scelto non casualmente da Farabbi, è stato creato da una bambina del campo di concentramento di Terezin.

Opera in coedizione con Pièdimosca edizioni

Categorie
in evidenza News Rassegna stampa

Nasce la collana Cometa

Le opere che questa nuova collana accoglierà saranno caratterizzate da queste tre parole: Episodico, lucente, epifanico.

 

Categorie
Autori Libro del mese News Rassegna stampa

NUOVA EDIZIONE DI CARO DIARIO AZZURRO

In questa nuova edizione, a 10 anni dalla prima, l’autrice Anna Maria Farabbi ha proposto una copertina che immortala, in uno scatto, in un preciso istante, uno dei momenti più toccanti e coinvolgenti della storia: neve segnata da piccole impronte… in fuga. Dettagli e colori raccontano e ogni scelta è un nuovo incontro con chi legge.

Anna Maria Farabbi, poeta, narratrice, saggista e traduttrice, lavora la parola scritta tessendo storie che attraversano ogni vissuto e nell’oralità, che ci riporta alle nostre origini, ne intensifica la trama. In questa riedizione la sua voce, in un audio scaricabile tramite QR code, ci accompagna nella lettura/ascolto del primo capitolo.

Nelle ultime pagine l’autrice invita ogni lettore e lettrice a scriverle una lettera o a mandarle un disegno, in una parola ed emozione condivisa, in una tessitura che va oltre le pagine e supera le distanze.

Caro Diario Azzurro

Lilli è una bambina ebrea che tesse il suo diario raccontandoci i giorni della sua infanzia in un orfanotrofio sulle Alpi. La sua intelligente esuberanza brilla in mezzo alla natura e agli altri bambini, rovesciando ogni difficoltà. La storia è ambientata durante la seconda guerra mondiale. Improvvisamente, la tragedia irrompe. Devasta l’armonia. Sfascia l’allegria e sconvolge. La bimba narra ogni passaggio dell’avventura che la porterà alla salvezza in Svizzera: la fuga nel bosco; il solitario rifugio alpino; la neve che gela come incantesimi abbaglianti  i fiati delle piccole bocche, mentre copre magicamente le loro impronte; il cimitero degli angeli dentro cui si nasconderanno, sfidando la pattuglia criminale dei nazisti e il furore dei loro cani.

Le ultime pagine del diario sono state scritte proprio in questi nostri giorni, quando Lilli, ormai vecchissima, svela la fine della storia a un ragazzino che le è caro, come lasciandogli un’eredità ricchissima.

Ma il mistero continua. Oltre la scrittura, c’è ancora molto da scoprire… forse proprio dentro il corpo di un angelo.

 

EXTRA: Nella nuova edizione è possibile ascoltare il primo capitolo letto dall’autrice ed è stata aggiunta una pagina per scrivere una lettera alla stessa.

Categorie
in evidenza News Rassegna stampa

Laboratori sulla carta riciclata nelle scuole

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

La notte fosforescente a teatro

La notte fosforescente, attraverso la voce di Anna Maria Farabbi, Roberto Biselli e la musica del maestro Angelo Benedetti, aprirà le sue pagine a un pubblico di grandi e piccini, per trasformare ogni parola in una sonorità speciale. Appuntamento al Teatro di Sacco, Sala Cutu, Perugia, domenica 26 marzo alle ore 18.

Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

Stelle e fari nella notte di Gabriella Bordoli… i libri non hanno età

Clicca sull’immagine e leggi la recensione

Una bella recensione di Milena Nicolini sul blog CartaVetro.

www.cartavetro.com

 

 

 

Categorie
in evidenza News

Il 21 Marzo nasce CartaVetro

Categorie
in evidenza Rassegna stampa

Laboratorio con Chiara Properzi e Il branco di lupi alla Libreria Popolare a Milano

1 Aprile alle ore 16.30
Libreria Popolare
via Tadino 18 – Milano
Categorie
Uncategorized

Come nasce un libro a Book Pride 2023

Book Pride 2023 – Book Young
Come nasce un libro, laboratorio per le scuole a cura di Kaba edizioni con Raffaella Polverini e Chiara De Giorgi
Categorie
Autori in evidenza News Rassegna stampa

Il branco di lupi. Arriva il booktrailer

 

Categorie
in evidenza News

Una voce come il vento

Categorie
Autori News Rassegna stampa

La notte fosforescente di Anna Maria Farabbi su Compitu Re Vivi Officinae

Link

ULTIMI LIBRI: ANNA MARIA FARABBI

 di Sebastiano Aglieco su Compitu Re Vivi Officinae

Categorie
News

Libri in formato ebook

Kaba edizioni sta lentamente riprendendo tutti i suoi titoli per portarli nel mondo del digitale, perché i libri non hanno una scadenza. I testi, nel formato ebook (epub), saranno disponibile per i primi 90 giorni solo nel kindle di Amazon e successivamente anche sul nostro sito. Nel 2021, insieme alle nuove uscite e ai nuovi progetti, gli ebook classici si arricchiranno di contenuti multimediali, dalla voce alla musica.

Sono già disponibili nel formato ebook i seguenti libri:

Caro diario azzurro di Anna Maria Farabbi

Interior device di Raffaella Polverini

Stefano e il mistero della chiave solare di Giovanni Signoriello

Fiori di parole di Gabriella Bordoli NUOVA USCITA SOLO IN FORMATO EBOOK